Pubblicazioni

Andrea Perticari di Savignano sul Rubicone

Il conte che fece l'illustrissima Casa Perticari di Pesaro

Il volume è dedicato allo studio, basato su documenti in gran parte inediti, del conte Andrea Perticari (1744-1804), cittadino di Savignano di Romagna e di Pesaro, e alla formazione giovanile del suo più famoso figlio Giulio (1779-1822).

 

Autore: Antonio Brancati, Giorgio Benelli

 

Editore: Il Lavoro Editoriale

 

Anno edizione: 2023

 

Data di pubblicazione: 24 luglio 2023

 

Pagine: 502 pagine, rilegate in brossura

 

Collana: Crocevia

La presente opera è dedicata allo studio, basato su documenti in gran parte inediti, del conte Andrea Perticari (1744-1804), cittadino di Savignano di Romagna e di Pesaro, e alla formazione giovanile del suo più famoso figlio Giulio (1779-1822). Una biografia, dunque, di un uomo di merito, ma immeritatamente dimenticato, che vuole però superare i confini di un semplice genere letterario caro all’Ottocento ed oggi assai meno amato dalla storiografia. Il volume tende a ricercare, infatti, nella concretezza differenziata del tempo, l’origine della laicità della politica cittadina, quella che ha portato al disfacimento (per naturale consunzione) dello Stato della Chiesa e a fare emergere i due filoni del più tardivo Risorgimento: da una parte, la via del rinnovamento moderato e possibilmente non violento (Andrea Perticari) – imperniata su una concezione della storia politicamente antipontificia, ma religiosamente ortodossa (cattolicesimo liberale) – e dall’altra, su un ideale più radicale, repubblicano e sostanzialmente rivoluzionario, allora incarnato dal giovane Giulio Perticari. Un incontro-scontro generazionale, dunque, che contrappose conservazione e progresso e che segnò l’evoluzione ottocentesca della città in senso risorgimentale, allora tuttavia solo agli albori. La regola della storia, in fondo: una generazione va e un’altra viene poiché nulla si ferma e sta (Qoèlet).

 

Giorgio Benelli (1942), già insegnante di storia e filosofia presso il Liceo classico “T. Mamiani” di Pesaro, si è interessato a lungo di storia, collaborando per quarant’anni con Antonio Brancati nella pubblicazione di testi scolastici presso l’editore “Nuova Italia” di Firenze, e nello studio della storia del Risorgimento pesarese, nel cui ambito ha studiato in particolar modo l’opera di Terenzio Mamiani e di Antaldo Antaldi, pubblicando infine un ampio saggio dal titolo Storie della città di Pesaro nel secondo Settecento. Metamorfosi di una società di provincia fra tradizione pontificia e illuminismo di frontiera.

Carrello
Torna in alto